lunedì 15 giugno 2015

Post fritto misto.

Mi è venuta voglia di scrivere un post, ho pensato a cosa scrivere e sembrava che non avessi niente, invece ecco che riesco a mettere in fila un po' di cose belle.

Libri: A inizio mese ho partecipato a un incontro con Cristiano Cavina e Marco Missiroli. Mi sono divertito molto e mi è piaciuto tanto che volevo che continuassero. Avevo voglia di portarmeli a casa per continuare ad ascoltare le cose che avevano da dire. Cristiano Cavina già l'avevo incontrato l'anno scorso e si è rivelato una piacevole conferma. Ha una bella modestia e delle belle idee sullo scrivere e sui libri. Verrebbe da pensare: uno di noi, solo che se scrivi come scrive lui, non puoi essere uno di noi.
Marco Missiroli l'ho conosciuto grazie alle due volte che è andato ospite a Deejay Chiama Italia. Anche lui mi è piaciuto molto per le cose che ha raccontato, per cosa pensa della scrittura e dei temi che tratta. Una bella testa la sua.
Dalla presentazione mi sono portato via due libri. Ho letto quello di Missiroli, Atti osceni in luogo privato, un gran libro secondo me. Ne ho letto critiche ingenerose ma quando hai uno scrittore che scrive così bene, che si è dedicato alla lingua e alla scrittura non si può essere negativi. Per carità non è un libro perfetto ma, porca miseria, si alza di diverse spanne dalla media delle pubblicazioni italiane e glielo si deve riconoscere. Magari dal punto di della trama c'è meno originalità di quel che ci si poteva aspettare ma è un libro che l'autore aveva bisogno di scrivere e si sente. Alla fine mi ha anche commosso e per commuovermi ce ne vuole.

Serie tv: Sense8. Se ancora non l'avete visto non so che cosa dirvi e non so come aiutarvi se non consigliandovelo. Già sento il critico della domenica: ma dopo Matrix i fratelli Wachowski si sono persi. Mah! Non sono per niente d'accordo.
Insieme a J. Michael Straczynski hanno creato questa serie ambientata in giro per il mondo, con una diversità di attori che non avevo mai visto. Otto persone si rendono conto nonostante vivano ai poli opposti del mondo di essere in qualche modo collegati. Nell'arco dei dodici episodi passeranno da perfetti sconosciuti a condividere alcune delle esperienze più importanti della loro vita.
C'è azione, c'è comicità, ci sono i momenti drammatici e quelli toccanti. Una colonna sonora perfetta e immagini che lasciano a bocca aperta. Non fatevi spaventare dalla lentezza delle prime due puntate, servono per carburare. Vi assicuro che alla quarta vi ritroverete a cantare What's up a squarciagola, vi ritroverete a chiedervi: “what's going on?”

Tabletop: Avevo parlato l'estate scorsa della raccolta fondi organizzata da Felicia Day e Wil Wheaton su Indiegogo per finanziare la terza stagione di Tabletop e se possibile anche un piccola parte dedicata ad un RPG. (role playing game, qualcosa sulla falsa riga di Dungeons and Dragons per capirci)
Alla fine hanno raccolto così tanto che sono riusciti a fare una bellissima stagione di TableTop, guardatevela su youtube perché ne vale la pena e non è ancora finita.
La scorsa settimana poi è iniziata la serie RPG. L'hanno chiamata Titansgrave: the ashes of Valkana. Wil Wheaton insieme ad un gruppo di autori ha messo su la storia, tutta originale, che mischia fantasy e fantascienza. Hanno costruito un bel set, tutto un mondo con un sacco di personaggi. La produzione è fantastica: ci sono un sacco di effetti sonori, disegni, musica che tiene con il fiato sospeso. Gli attori scelti per interpretare i vari personaggi sono perfetti. Saranno 10 episodi, martedì lo trovate su Geek and Sundry e il venerdì sul tubo. Da vedere senza se e senza ma.

Il mio amico Aries ha scritto un bellissimo post sul ritorno sulla terra di Samantha Cristoforetti. Ve lo linko perché non poteva usare parole migliori e che condivido al 100%. (LINK)

Nessun commento:

Posta un commento