giovedì 12 settembre 2013

Letture di Agosto.

Un po' ritardo questo mese. Agosto non è stato male al livello di letture, peccato aver perso un po' di tempo appresso a Anne Rice e il suo Un grido fino al cielo. Purtroppo l'ho letto sul pc, file pdf, e questo mi ha guastato tanto la lettura, aggiungiamoci che non è tra le cose più avvincenti scritte dall'autrice americana e si comprende perché ci ho messo quasi 15 giorni per finirlo.

1) Jules Verne: Viaggio al centro della terra.
2) Rick Riordan: The son of Neptunes
3) Rick Riordan: The mark of Athena.
4) Anne Rice: Un grido fino al cielo.
5) Mary Shelley: Frankenstein


Rick Riordan mi ha infilato in un bel tunnel peccato che devo aspettare ottobre e poi l'anno prossimo per sapere come va a finire questa seconda serie delle avventure di Percy Jackson. Me lo sono letto in inglese e me lo sono goduto tutto. Credo che mi cercherò anche The Kane Chronicles perché sono curioso.
Anne Rice, come dicevo sopra, forse è la delusione del mese, delusione non inaspettata visto che era il secondo tentativo che facevo con Un grido fino al cielo.
Jules Verne non l'avevo mai letto e mi è piaciuto molto, una bella storia con una bella avventura. Nel mezzo del libro c'era una bella frase sulla scienza che mi sarebbe piaciuto citare a inizio post ma me la sono persa, mi sarei dovuto segnare la pagina. Ma la cerco perché era interessante e condivisibile.
L'ultimo del mese è stato Frankenstein e anche qui l'interesse è stato grande. Un po' lento forse ma con delle idee forti dentro. Per il periodo in cui è stato scritto è veramente un grande racconto.
In lettura ho The measure of magic di Terry Brooks, seguirà post perché si attendono cose belle, non solo dalla lettura.

Nessun commento:

Posta un commento