venerdì 1 marzo 2013

Letture di febbraio.




Ah! ho iniziato questa rubrica il mese scorso tutto contento perché almeno sulle letture del mese c'è sempre qualcosa da dire, invece questo mese è stato uno dei più poveri da almeno sei mesi.
Ma tant'è, eccoci:

Walter Moers: Le 13 vite e mezzo del capitano Orso Blu.

Non mi ha fatto impazzire. Alla fine il giudizio è medio perché mi sono annoiato molto a leggere le sue 700 pagine ma non posso stroncarlo perché se fossi stato in target mi avrebbe fatto impazzire. È un libro per bambini o per ragazzini, ormai ho passato quel traguardo da molto tempo.
Non lo stronco perché le invenzioni dell'autore tedesco sono divertenti e curiose se riesci ancora a meravigliarti.
Nella mia continua ricerca di libri fantasy a volte corro questo rischio, quello di trovare libri che mi deludono. Purtroppo, però, in Italia vengono pubblicati così pochi libri di genere che mi devo accontentare di cosa offre il mercato, spesso sopperisco leggendoli direttamente in inglese, ma in questo caso con il tedesco avrei avuto serissime difficoltà visto che non vado al di là di Ich bin.
Il libro di Moers non mi ha preso tutto il mese, ho iniziato a leggere anche

Christopher Moore: Un lavoro sporco.

Non l'ho finito e l'ho ripreso in mano proprio oggi, ho avuto un momento in cui avevo bisogno di staccarmi dalla lettura, capita.
Di Moore avevo già letto Il vangelo secondo Biff che mi aveva lasciato l'amaro in bocca perché nonostante l'idea molto originale, nel mezzo c'era stato un forte momento di noia.
Un lavoro sporco, arrivato a pagina 105, mi sta piacendo e spero che non deluda. Lo sapremmo con il prossimo post ad aprile. 

Nessun commento:

Posta un commento