giovedì 31 gennaio 2013

Un po' di serie sparse.


ATTENZIONE: NEL SEGUENTE POST COMPAIONO ENORMI, GIGANTESCHI SPOILERS SU FRINGE. SE NON AVETE ANCORA VISTO L'ULTIMA STAGIONE GIRATE AL LARGO.

Oggi pomeriggio mi sono guardato un po' di cose nuove, parliamo di serie tv, che dovrebbero iniziare la prossima stagione, niente di eclatante ma è presto per dire. Diciamo che all'occhio mi sono saltate le tre nuove serie prodotte da JJ Abrams, non so quanto poi lui sarà coinvolto direttamente ma parliamo della sua casa di produzione e saranno coinvolti i soliti nomi noti. La quarta cosa nuova che guarderò sicuramente è The Shield con al comando Joss Whedon, lui mi piace, speriamo che non fottano il progetto in fase di realizzazione.
Il resto mi interessa poco, aspetto di vedere cosa sopravvive e cosa perirà sotto la scure degli ascolti. La scorsa stagione, per fare un esempio, non ho visto Alcatraz nonostante fosse prodotto da JJ, quando l'hanno chiuso ci ho messo un croce sopra, le serie con un alto tasso di trama orizzontale mi frustrano se non arrivano a una conclusione.
Conclusioni e JJ Abrams ci portano a Fringe. Fringe ha chiuso i battenti con le sue ultime 13 puntate, questo mese. Non tutti sono rimasti soddisfati dal finale. Da un punto di vista emozionale è stato bello e soddisfacente, quando passiamo, però, al un punto di vista strettamente narrativo salta fuori dal cilindro un buco abbastanza grosso. Io non sono rimasto così male, ogni volta che si parla di paradossi temporali siamo sempre sul filo e il caso di Fringe non fa eccezione. Il fatto che Walter e il bambino siano riusciti ad arrivare nel futuro e quindi sventare la minaccia degli osservatori non avrebbe dovuto azzerare anche Peter e Walter? Se i 12 mandati nel passato per studiare le epoche e decidere quale periodo sarebbe stato migliore per l'invasione non fossero mai partiti, come avrebbe fatto Settembre a salvare Peter e Walter dal lago? Sarebbero annegati e quindi mai esisti, solo che se non fossero mai esistiti non avrebbero mai potuto sventare la minaccia degli osservatori. Potremmo stare a discuterne fino alla fine dei tempi. Non esistendo una teoria scientificamente valida, ognuno avrà la propria spiegazione.
Altre serie che si sono concluse: Private Practice è arrivato alla sua fine, per fortuna. Solo che ancora non so come sia finito perché non l'ho ancora visto. Devo trovare la giusta disposizione d'animo, la fine della scorsa stagione mi ha fatto molto girare le palle.
Di Merlin ne ho parlato in un post precedente. Alphas di SyFy è stato chiuso alla seconda stagione e la delusione è stata tanta. Era una bella serie che mi ha fatto compagnia per due estati e è stata divertente e piacevole. Peccato che non abbia avuto il giusto successo.
Altre cose che finiranno quest'anno: Dexter, a ottobre andrà in onda l'ultima stagione. Di quella passata devo recuperare una decina di puntate. I primi due episodi sono mi sono piaciuti.
Quest'estate arriverà alla sua fine il capolavoro di David Simon: Treme. È una serie meravigliosa che racconta di New Orleans e della sua vita. Si innalza senza sforzi sopra la media delle serie. Ogni volta la consiglio.
È di questi giorni la notizia che nel 2014 scopriremo chi è “your mother” di How met your mother. La nona stagione sarà l'ultima e ne sono contento, a tirarla troppo per le lunghe si fa solo danno.
Anche per Psych di avvicina la data di scadenza, pare che per l'ottava stagione USA ha ordinato solo poche puntate. Staremmo a vedere. I due protagonisti mi fanno abbastanza ridere, ma le cose che si possono raccontare mi pare che stiano volgendo al termine.
Edit: tra le serie che finiranno quest'anno ho dimenticato Sons of Anarchy. Anche per SOA ho visto solo due puntate della stagione andata in onda in autunno, devo decidermi a vedere il resto. La curiosità per la conclusione è tanta, voglio vedere cosa si inventerà Kurt Sutter per chiudere la storia.

Nessun commento:

Posta un commento