martedì 24 luglio 2012

L'anno 2000.




Oggi avrei voluto mettere un post sul Comic-Con di San Diego e sulla chiusura della serie tv Eureka, troverà posto nei prossimi giorni. Al suo posto una piccola/grande esperienza che ho avuto oggi sfruttando la tecnologia in una maniera che mi ha gasato troppo e visto che questa è la mia casetta la condivido.
Alle 16, ora italiana, sulla radio pubblica canadese CBC era ospite in un bel programma che ascolto spesso in podcast o su youtube, Anne Rice, la mia scrittrice preferita.
Erano le 16 in Italia, erano le 10 del mattino a Toronto da dove va in diretta Q, la trasmissione, a Los Angeles erano le sette del mattino, sempre che non abbia sbagliato i calcoli. Tutto accadeva nel momento, in posti diversi, in fuso orari diversi.
Io che ascolto, Jian Ghomeshi che fa le domande da Toronto e Anne Rice che risponde da Los Angeles e tutto grazie alla rete, almeno per quello che riguarda la mia parte.
Mi sono gasato come un bambino ad ascoltare, mi sono ritrovato a pensare: incredibile. E si che non mi dovrei più stupire, ogni tanto, però, è bello avere un momento di estasi infantile.
Per la cronaca si parlava della trilogia della Bella Addormentata scritta sotto pseudonimo dalla Rice circa 30 anni fa. Sono tre libri erotici e visto il successo editoriale di queste settimane, l'editore della Rice ha pensato di fare un restyle e farli uscire allo scoperto visto che tutti questi anni sono stati letti in maniera un po' sotterranea, l'argomento è molto esplicito ma non volgare.
E niente questa cosa del fuso orario e dell'altra parte del mondo mi ha entusiasmato.
“time and space”

il link del programma.

Nessun commento:

Posta un commento